FORMATIO-ONIS – ATTO DI PRENDERE FORMA. Nell’attività formativa conoscenza (forma) e pratica (azione) si intrecciano a vicenda creando un processo circolare in cui dal pensiero si passa all’azione, sperimentandosi, e dall’azione si torna al pensiero, riflettendo. Il lavoro formativo si propone di sviluppare sia le competenze più trasversali come ad esempio quelle organizzative, gestionali, relazionali, sia le abilità specifiche e tecniche relative alla mansione svolta. La formazione diviene quindi luogo di scambio, occasione in cui poter dare il proprio contributo e riceverlo dagli altri e quindi di crescere e ampliare il proprio modo di osservare le cose. Punto di incontro tra realtà e bisogni aziendali e desideri e potenzialità individuali.

4BILD fa formazione, due giorni di insieme in Villa Fenaroli, per parlare di identità, di mercato, di pianificazione strategica e di controllo di gestione.

Un’importante occasione di interscambio e di formazione su temi legati ai driver per la creazione del valore aziendale, alla promozione, al visual merchandising inteso come contenitore intergenerazionale fisico ed emotivo.

Leitmotiv degli incontri, L’IDENTITÀ di 4BILD, intesa non solo come branding ma anche in termini di connotazione valoriale, di responsabilità, di percorso e di visione, che non è solo una questione di migliorare le proprie competenze o di connotarsi in un modo piuttosto che in un altro, bensì si tratta di posizionarsi sul mercato sapendo chiaramente chi si è, chi si vuole essere e cosa si vuole fare. E quindi di “progettare” una comunicazione che sappia renderci non sono testimoni di un tempo ma “attori”/imprenditori  di questo tempo che raggiungono il proprio “pubblico”/target attraverso una combinazione di conoscenza/etica/impegno/responsabilità/carisma.

IDENTITÀ in movimento che diventa qualcosa di più grande grazie alle persone che ne fanno parte. IDENTITÀ in movimento che si è rappresentata, lavorando insieme a Campo Teatrale, su temi come collaborazione e leadership. Fiducia, ascolto ed empatia. Flessibilità, cambiamento e pensiero creativo.

 

 

un grazie particolare a:

Campo Teatrale, a Marco Colombo Bolla, Simon Waldvogel e Andrea Meroni.

Enrica Melotto, Visual merchandiser // docente // formatrice.